cottura-a-vapore

Cottura a vapore: quali sono i vantaggi e i migliori strumenti da utilizzare

La cottura a vapore è uno dei più antichi metodi di cottura, tipico della cucina orientale, tibetana e cinese, che permette ai cibi di cuocere senza il contatto diretto con l’acqua. Oltre ad essere più rapida ed economica è soprattutto più salutare. Infatti con questa tecnica avremo piatti più leggeri e ricchi di proprietà nutritive. Notevoli sono i vantaggi della cottura a vapore, così come gli strumenti che possiamo utilizzare per ottenere una cottura perfetta.

Vantaggi della cottura a vapore

Il primo vantaggio, come vi ho accennato è quello salutare. Grazie alla cottura a vapore, le vitamine e i sali minerali presenti nelle verdure non vengono dispersi nell’acqua di cottura. Le verdure vengono cotte a temperature inferiori ai 100 gradi, mentre se lessiamo le verdure direttamente nell’acqua, avremo una temperatura più alta con il risultato che i cibi saranno impoveriti e perderanno dal 40 al 70 per cento di vitamine e sali minerali.

Inoltre gli alimenti cucinati al vapore conservano un sapore più naturale.

Scopri il mio corso Vegan nel mondo!

Il vantaggio non è solo salutare ma anche economico, infatti le verdure si cuociono di solito in poco più di 15 minuti. Consumeremo meno gas, ed in più sopra la stessa pentola si possono mettere più cestelli per la cottura a vapore, usando un solo fornello.

Se vogliamo preparare piatti più saporiti, basta sostituire l’acqua con il brodo vegetale, oppure mettere nell’acqua spezie profumate o erbe aromatiche, come rosmarino e salvia.

Strumenti da utilizzare a casa

Gli strumenti si possono semplicemente creare con un colapasta in acciaio dove mettere le verdure, una pentola dove mettere l’acqua e un coperchio.

Oppure possiamo acquistare dei cestelli per la cottura a vapore in metallo o in bambù dotati di coperchio.

Ottima alternativa è la vaporiera elettrica, che è comoda in ogni occasione, ma con prezzi maggiori rispetto agli strumenti sopra elencati. Oppure anche un forno a vapore adatto a questo tipo di cottura.

Come utilizzare l’acqua di cottura

L’acqua di cottura non va mai scolata nel lavandino,  si può infatti utilizzare in tanti modi, come cuocere altri cibi o la pasta, o dopo averla fatta raffreddare per annaffiare  le piante.

Sicuramente la cottura a vapore ci dona più salute e più sapore.

E voi quale metodo usate per cuocere le verdure?

Ph credits Web

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart