17-febbraio-festa-gatto

17 febbraio, oggi è la festa del gatto

Indipendenti, curiosi, permalosi, buffi, giocherelloni, dolci e affettuosi, i gatti sono un’ottima compagnia per gli umani perché sanno farci divertire e sanno donare amore, qualsiasi carattere abbiano. Ed oggi 17 febbraio si celebra la festa del gatto.  

Sicuramente chi ha un gatto in casa, sa che il nostro amico a 4 zampe sarà sempre pronto per ricevere una coccola quando lo desidera. E sa anche quanto sia bello star sdraiati sul divano a sentir le sue fusa.

Perché proprio il 17 febbraio ricorre la festa del gatto?

Una curiosità

Nel 1990 una rivista chiamata Tutto Gatto decise di istituire la giornata del gatto. La giornalista gattofila Claudia Angeletti propose un referendum tra i suoi  lettori per stabilire il giorno da dedicare al gatto. 

Fu un successo straordinario e vinse la signora Oriella Del Col che scelse proprio questo giorno, per vari motivi.

La tradizione dice che febbraio è il mese dei gatti e delle streghe, il 17 è ritenuto un numero sfortunato, proprio come i gatti nell’antichità erano ritenuti portatori di sventura, il 17 diventa “1 vita per 7 volte” ed infine l’anagramma del numero romano che da XVII si trasforma in “VIXI” ovvero “sono vissuto”, di conseguenza “sono morto”.

Non così per il gatto che, per leggenda, si narra di essere vissuto vantando la possibilità di altre vite.

Adottare un gatto adulto

Per rimanere in tema vi consiglio, se avete pensato di adottarne un gatto , di recarvi in un gattile, e scegliere un gatto adulto.

I gatti adulti, sia negli appelli di adozione sia nelle gabbie di un gattile, sappiamo tutti hanno più difficoltà a trovare una famiglia, poiché la maggior parte degli adottanti cerca cuccioli.

Sarebbe un bel gesto d’amore nei loro confronti, e finalmente per il gatto adulto sarà un’occasione per essere al primo posto nel cuore di qualcuno che lo amerà fino all’ultimo.

Quale miglior giorno per pensare a dare una speranza ad un gatto adulto, se non proprio nel giorno della sua festa?

Leggi il mio e-book Micio e i suoi a-mici, la favola del gatto che voleva fare lo scrittore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *